Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.




 

June 2011 - MARIVERTICALI di Fabrizio Plessi



June 2011

<span style="\\"font-size:10.0pt;" mso-bidi-font-size:12.0pt;font-family:arial\\"="">Il Padiglione Venezia alla 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia presenta MARIVERTICALI di Fabrizio Plessi<o:p></o:p></span></p> <!--{cke_protected}%3C!%2D%2DEndFragment%2D%2D%3E--><p></p>



Il Padiglione Venezia, in occasione della 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia (4 giugno - 27 novembre 2011), presenta il video artista Fabrizio Plessi con l’opera MARI VERTICALI, realizzata per Louis Vuitton. Plessi propone qui una nuova visione della sua flotta digitale che si sviluppa in maniera simbiotica all’interno della struttura a emiciclo del Padiglione Venezia, che Arzanà Navi e Louis Vuitton restituiscono alla città dopo un consistente ed accurato restauro coordinato da Fondaco, riempiendone gli spazi con un grandioso concerto d’acque in continuo movimento e divenire. Sei imbarcazioni in acciaio nero emergono dall’oscurità mentre sui video schermi delle chiglie sono evocati suoni, correnti e flutti di simbolici mari.

<span style="\\"font-size:10.0pt;mso-bidi-font-size:11.0pt;font-family:Arial;mso-bidi-font-family:" tahoma\\"="">“<span style="\\"mso-bidi-font-style:italic\\"">Gigantesche imbarcazioni di acciaio nero emergono verticali dall’oscurità e invadono l’intero spazio che le accoglie. I mari del mondo, racchiusi ognuno nella propria chiglia scura, si agitano fragorosamente ai nostri piedi, sonori evocativi di risacche e onde lontane si mescolano e si intersecano nella diafana spazialità dell’ambiente circostante. Un grandioso ed emozionante concerto d’acqua vive in perenne movimento e in continua fluida mutazione. L’antica saggezza dell’uomo e l’artigianato si fondono con la tecnologia più avanzata in una perfetta simbiosi tra presente e futuro. </span>Tutto è pronto per salpare su queste Arche di Noè elettroniche che si protendono verso il cielo per noi, increduli ed attoniti aborigeni digitali della contemporaneità, “ dice Fabrizio Plessi.<o:p></o:p></span></p> <p class="\\"MsoNormal\\"" style="\\"text-align:justify;line-height:12.0pt\\""> <span style="\\"font-size:10.0pt;mso-bidi-font-size:12.0pt;font-family:Arial\\"">Fabrizio Plessi (Reggio Emilia 1940) è riconosciuto come uno dei più grandi video artisti contemporanei. Formatosi all’Accademia di Venezia, che diverrà la sua città di elezione, ha da sempre concentrato la sua riflessione sugli elementi naturali facendo convivere come un moderno alchimista le materie archetipe con video e le più avanzate tecnologie.Le sue opere sono state esposte nei più importanti musei del mondo e le sue installazioni scenografiche hanno accompagnato opere concerti e balletti.<o:p></o:p></span></p> <p class="\\"MsoNormal\\"" style="\\"text-align:justify;line-height:12.0pt\\""> <span style="\\"font-size:10.0pt;mso-bidi-font-size:12.0pt;font-family:Arial\\"">L’artista vive tra Venezia e Maiorca</span><span style="\\"font-family:Arial\\"">.<o:p></o:p></span></p> <!--{cke_protected}%3C!%2D%2DEndFragment%2D%2D%3E--><p></p>






 
 
Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268