Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.




 

April 2008 - FESTIVAL DELLE CITTA\' IMPRESA



April 2008

Fondaco è stata invitata a portare la propria esperienza al Festival delle Città Impresa organizzato da Nordest Europa la cui prima edizione dal titolo "Il paesaggio della felicità - le trasformazioni del tessuto urbano nel passaggio al postofordismo" si è svolta dal 18 al 20 aprile nei comuni di Rovereto, Conegliano, Schio, Valdagno, Montebelluna, Vittorio Veneto, Maniago. Sette importanti distretti industriali di un'area in grande evoluzione e trasformazione che hanno deciso di aprirsi al confronto per iniziare a capire e delineare un futuro nel quale il rapporto tra città e mondo imprenditoriale dovrà essere sempre più forte e sinergico.


Un Festival delle città impresa, perché la città torni a diventare impresa e l'impresa torni a essere città. Al centro dell’attenzione sette centri urbani di media e piccola grandezza, capoluoghi simbolo della trasformazione industriale avvenuta negli scorsi decenni e oggi modelli rappresentativi di un sistema, come quello nordestino, in costante movimento perché luogo di sperimentazione.
E’ questo il senso del Festival, evento organizzato e promosso da Nordesteuropa: tornare a riflettere sui temi legati alle trasformazioni del tessuto economico di questi territori e sulla rivoluzione del rapporto città-impresa, due universi che per lungo tempo non hanno collimato ma che ora si stanno riconciliando.
Alla base di questo nuovo incontro, i nuovi processi di smaterializzazione dell’economia, la riconfigurazione e necessaria riqualificazione dello spazio abitato e un rinnovato senso del lavoro, di progettazione e di vita proteso al perseguimento della felicità.
La manifestazione che è alla sua prima edizione ha coinvolto importanti esponenti della cultura industriale, politica, scientifica e finanziaria in un ampio dibattito sui temi legati alle trasformazioni del tessuto urbano in rapporto all’evolversi dello scenario economico e alle sue implicazioni sul vivere quotidiano delle città.
La riflessione, dal forte respiro internazionale, ha visto anche la partecipazione dei maggiori esperti mondiali in campo urbanistico e architettonico ai quali si affianca la testimonianza diretta degli amministratori pubblici che hanno guidato i processi di trasformazione industriale dei centri urbani, e degli imprenditori protagonisti della rivoluzione della media impresa italiana. In questo contesto Fondaco ha portato la propria esperienza nelle tavole rotonde di Conegliano (I nuovi servizi) e di Rovereto (Come comunicano le città?) evidenziando che il patrimonio storico artistico del nostro Paese rappresenta quella marcia in più sulla quale investire e portare l'interesse degli imprenditori affinchè possano trarre, proprio dalle nostre radici e dalla nostra cultura, nuovi stimoli ed idee per le loro aziende. Qui si apre la vera sfida al mercato globale; il terreno della testimonianza storica, che nessun tipo di concorrenza ci potrà sottrarre o copiare, è quello su cui dovremo investire e portare le nostre aziende. Il Made in Italy sarà tanto forte quanto unico se saprà coniugare la propria immagine con il patrimonio storico-artistico, un binomio che non ha eguali.

www.festivaldellecittaimpresa.it






 
 
Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268