Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.
  • home / 
  • attivitą / 
  • Restauri / 
  • \"VENEZIANI X VENEZIA\" - ADERISCE LA STORICA TRATTORIA ALLA MADONNA




 

February 2011 - \"VENEZIANI X VENEZIA\" - ADERISCE LA STORICA TRATTORIA ALLA MADONNA



February 2011

A nome della Città di Venezia – dice il Sindaco Giorgio Orsoni -  desidero ringraziare la famiglia Rado per aver aderito al progetto “Veneziani x Venezia” dimostrando autentico senso civico e grande sensibilità. Una concreta testimonianza che giunge in un periodo in cui la congiuntura economica purtroppo è ancora importante evidenziando situazioni di difficoltà anche nel nostro territorio comunale. Per questo, l’intervento di restauro assume ancora maggior valore confermando che a Venezia ci sono molte realtà imprenditoriali illuminate che credono nel luogo in cui operano. Il restauro della fontana di San Giacometto cui a breve seguirà quello della statua del Gobbo di Rialto, servirà a rendere ancora più bello questo campo, luogo in cui è gemmata la nostra città.



E’ un investimento che accresce il valore di un’azienda e di chi la dirige, ma è anche, e soprattutto, un investimento nella città e nelle future generazioni alle quali dobbiamo consegnare una Venezia migliore di quella che abbiamo ricevuto. Sento che si sta sempre più diffondendo un clima di collaborazione tra pubblico e privato – conclude il Sindaco - e auspico che tanti altri imprenditori decidano di seguire l’esempio della famiglia Rado e di tutti coloro che l’hanno preceduta; adottare un frammento del nostro immenso ed unico patrimonio storico ed artistico è un gesto nobile che rende onore a chi lo compie e fa bene a Venezia e ai suoi cittadini. “Resto sempre stupito di fronte alle vedute della Venezia del passato”. Si potrebbe dire che inizia in questo modo l’esperienza di Lucio Rado tra i “Veneziani x Venezia”, con la voglia di restituire alla città uno degli angoli prediletti da Canaletto, il campo San Giacometto a Rialto. Lucio Rado, è oggi il titolare della storica “Trattoria Alla Madonna”, aperta dal 1954 dal padre Fulvio, locale, che prende origine da un'antica osteria veneziana caratterizzata dalla presenza di una antica vite e che ha mantenuto negli anni il suo stile, proprio come l’area in cui si è collocata: Rialto. Ed è proprio nel cuore pulsante della zona che si trova il monumento prescelto dalla famiglia Rado: la fontana del Campo San Giacometto. Francesco Sansovino descrivendo questa zona, ne sottolinea la precisa forma quadrata, attorno alla quale si aprivano dei portici, che ospitavano le diverse forme della vita quotidiana dell'epoca: dagli esercizi pubblici e privati, veneziani e non, ai pittori e musicisti che insegnavano la loro arte ai giovani, fino alle passeggiate dei nobili. “Rialto per chi svolge un’attività come la mia, è il cuore di tutto - racconta Lucio Rado – ovvero quel luogo dove ogni anno passano milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo”;  “ho scelto di adottare un pezzettino di Venezia  perché sono fermamente convinto di quanto sia importante poter contribuire alla “manutenzione” di questa straordinaria città. – continua Rado - Questo mio pensiero nasce dal fatto che Venezia, in certe zone, è un po’ trascurata, ci sono troppi angoli lasciati al caso ed è peccato perché anche loro contribuiscono a rendere unica la nostra città. Si sa invece che di fronte a monumenti che potremmo definire restituiti alla collettività, c'è più propensione al rispetto”.“Anche se come residenti siamo sempre di meno, noto con piacere una certa voglia di rispolverare il sentimento dell’appartenenza; con toni ed argomenti diversi, più o meno condivisibili, ma tutti con il nobile spirito di aiutare Venezia, stanno nascendo belle iniziative per volontà di molti miei concittadini che non si arrendono. Io e la mia famiglia siamo quotidianamente concentrati sulle nostre attività e tempo sufficiente per partecipare non ne abbiamo. Abbiamo però forte la voglia di fare qualcosa di concreto ed il progetto “Veneziani x Venezia” è arrivato nel momento giusto; abbiamo tagliato da pochi anni il traguardo del mezzo secolo di attività e ringraziare così Venezia ci è sembrato un bel modo per rafforzare il nostro legame ed anche un contributo innovativo e ricco di stimoli”. “Da oggi sulle pareti di questa saletta ho pensato di esporre due riproduzioni di Campo San Giacometto frutto dell’intuizione artistica di un grande pittore veneziano: Antonio Canal “Il Canaletto”. Ad essi si accompagna il progetto di restauro della fontana; così ho pensato di rendere partecipi i miei ospiti”.

 

 






 
 
Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268