Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.




 

December 2010 - CAMPO SANTI APOSTOLI - COMINCIANO I LAVORI PER LA VERA DA POZZO



December 2010

Non c’è due senza tre! Prendono il via i lavori di restauro dell’ultimo dei tre pozzi che sono stati scelti dalla famiglia Rizzo nell’ambito dell’iniziativa “Veneziani x Venezia” creata da Fondaco in collaborazione con l’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune.

Il progetto è nato per sensibilizzare l’imprenditoria locale alla salvaguardia dei monumenti della città, compresi quelli che erroneamente vengono considerati d’importanza marginale ma che invece contribuiscono a rendere bello ed unico ogni angolo della città.



“Abbiamo scelto di dedicare il nostro impegno a tre vere da pozzo – dicono Guido e Nicola Rizzo – perché oltre ad essere bellissimi elementi decorativi ricchi di aneddoti e curiosità, sono sempre stati, oltreché nella loro ubicazione rispetto al campo in cui si trovano, centrali nella quotidianità dei veneziani. L’acqua è l’elemento fondamentale della vita per cui attorno ad essi si trovavano le persone che avevano l’esigenza di utilizzarla. Per noi l’acqua, insieme alla farina, è l’elemento che utilizziamo tutti i giorni da decenni per produrre il pane. Da qui la sintonia e la sensibilità che ci ha portato ad agire per rendere ancor più belle queste tre testimonianze storico-artistiche”.

“Con campo Santi Apostoli siamo arrivati alla terza tappa del percorso che abbiamo intrapreso tre anni orsono – continuano i fratelli Rizzo -. Un’esperienza bellissima, ricca di apprezzamenti da parte di numerosissimi concittadini che hanno contribuito a rafforzare il nostro orgoglio di appartenere a questa splendida città.”

“Se ognuno si prendesse cura anche di una piccolissima parte di Venezia – concludono Guido e Nicola Rizzo - sicuramente si riuscirebbe a fare davvero qualcosa di concreto per migliorarla. Siamo comunque contenti perché vediamo che altri imprenditori hanno aderito al gruppo di Veneziani x Venezia. Il nostro augurio/invito è quello che molti altri decidano di farlo perché si tratta di un investimento per noi stessi e per i nostri figli”.

“Il rapporto pubblico-privato per la salvaguardia dell’immenso patrimonio storico-artistico della nostra città è oggi fondamentale – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Maggioni – per tutta una serie di motivi ormai dolorosamente noti. E questa è la strada che sin dal primo momento l’Amministrazione ha intrapreso con assoluta convinzione. Non è pensabile agire a comparti stagni bensì, attraverso il confronto e la visione imprenditoriale, è possibile progettare iniziative utili e concrete come questa.”

“Risultati positivi che fanno bene a noi cittadini di Venezia e alle future generazioni – continua Maggioni – che potranno godere della bellezza di queste vere e proprie opere. Garantire tutto ciò è una grande responsabilità ed un dovere da parte di tutti; all’Amministrazione il compito di coordinare e sostenere il più possibile  ogni tipo d’intervento”.

“A nome dell’Amministrazione, ma credo anche di tutta la città, - conclude Maggioni - desidero quindi ringraziare la famiglia Rizzo per la sensibilità e l’entusiasmo con cui hanno deciso di affrontare questa esperienza, fattori poi che hanno saputo trasmettere ad altri imprenditori che successivamente hanno aderito al progetto “Veneziani x Venezia”.

 

 

 

 

 

“L’esperienza che stiamo vivendo con la famiglia Rizzo – dice Enrico Bressan di Fondaco – è ricca di iniziative; ciò vuol dire che l’imprenditore ha trovato idee e stimoli attingendo dalla storia per poi proporle in chiave contemporanea. Ed è proprio questo l’aspetto più importante sul quale da anni Fondaco lavora. Siamo convinti infatti che la lettura del passato della nostra città può mettere in moto meccanismi innovativi per comunicare e raggiungere risultati concreti”.

“Vivi la città, Bottegando, il pane Venezia, il bon bon Vivaldi, la shopper con il marchio dei Veneziani x Venezia, sono nate proprio dal prendersi cura di tre vere da pozzo fino a coinvolgere altri commercianti ed imprenditori – continua Bressan - . Tutto ciò è stato apprezzato ed ha contribuito a rispolverare quello spirito di appartenenza senza il quale la città non può guardare al futuro con fiducia. La sensibilità dell’imprenditore e del cittadino sono necessari – conclude Bressan - ed il gruppo dei Veneziani x Venezia ne vuole essere una concreta testimonianza: se si vuole si può fare”.

 

Cenni storici

Secondo la catalogazione del Rizzi è collocabile nel XVII secolo, in pietra d’Istria e si sviluppa con un diametro di quasi due metri. Per la datazione dell’opera stessa importante la presenza di una stampa del Lovisa (1720 ca.) che rappresenta il Campo e la vera da pozzo aperta in piena attività. Sul settore che si affaccia verso la Strada Nuova, presenta una “cannella” di una fontana ottocentesca, il cui meccanismo di pompaggio è ancora visibile alla destra della stessa. 






 
 
Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268