Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.
  • home / 
  • attivitą / 
  • Restauri / 
  • TORNA A SPLENDERE LA SCALA D'ORO - Finita la prima parte del restauro




 

June 2007 - TORNA A SPLENDERE LA SCALA D'ORO - Finita la prima parte del restauro



June 2007

Il Gazzettino 2 giugno 2007

Proseguono il lavori di restauro della Scala d'Oro di Palazzo Ducale finanziati da Bulgari Spa. I turisti che salgono le prestigiose scalinate hanno la possibilità di ammirare in tutta la loro bellezza i paramenti lapidei e i parapetti nelle colorazioni rosa, verde e giallo tenue che il tempo aveva nascosto ricoprendoli di una pellicola grigio scura. Nei tempi previsti la Scala del Doge sta riprendendo la dimensione originaria che l'ha resa famosa nel Mondo.



 
 
 
 
 

La prima parte del restauro dei paramenti lapidei della Scala d’Oro di Palazzo Ducale è terminata, mettendo in risalto particolari che il tempo aveva nascosto. Una densa stratificazione di detriti non permetteva di ammirare parti di numerosi bassorilievi posti ad ornamento delle imperiose scalinate.
Un intervento meticoloso che ha visto impegnate in questi mesi le restauratrici della Lares di Venezia coordinate dal Dr. Mario Cherido e dalla responsabile del cantiere D.ssa Elisabetta Ghittino.
Nel momento in cui sono stati tolti i ponteggi, Grande è stata la soddisfazione espressa da Enrico Bressan, presidente di Fondaco, la società che ha progettato questo intervento finanziato per intero da Bulgari Spa. “Effettivamente era un grande peccato precludere ai turisti ed ai veneziani la visione di questa Scala in tutta la sua bellezza -ha dichiarato Bressan- Incredibile la qualità della lavorazione dei bassorilievi tutti diversi e ricchi di contenuti e di riferimenti storici”. Il presidente di Fondaco ha poi aggiunto: “La lavorazione della pietra, oggi in gran parte dimenticata, appartiene ad una tradizione molto apprezzata nel Mondo che ha prodotto in passato grandi maestri. Emozionante e professionalmente stimolante poter operare nel recupero di un manufatto di così grande pregio. La Scala d’Oro sta ritornando ad essere un libro vivente capace di narrare e trasmettere emozioni forti ancor oggi a coloro che hanno il privilegio di poterne salire i gradini”.
Grande la sorpresa e contemporanemante la soddisfazione di Fondaco, Bulgari e Lares nel vedere che man mano che si procedeva alla rimozione dei detriti, le colonnine delle balaustre assumevano le originarie tonalità rosa, verde e giallo tenue di assoluta bellezza e di grande effetto.
“I lavori stanno proseguendo molto bene e si conta di riuscire a terminarli nei tempi previsti – continua Bressan - La soddisfazione sta anche nel poter conseguire un risultato concreto frutto della grande sensibilità dei Signori Bulgari, della professionalità e della preziosa collaborazione dei Musei Civici Veneziani e dei tecnici della Soprintendenza. Ciò conferma che le sinergie tra pubblico e privato sono possibili e soprattutto possono portare a risultati concreti”.
“Noi di Fondaco – conclude Bressan – ci crediamo e stiamo lavorando per portare a termine altri risultati concreti anche se le forti difficoltà che ancor oggi si incontrano con le aziende sono dovute alla mancanza di mezzi adeguati che invoglino ad investire in questo settore e purtroppo all’ancora insufficiente sensibilità nei rispetto del nostro immenso patrimonio artistico”.




BVLGARI

Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268