Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.




 

VENEZIA E' LA CITTA' DEL FUTURO


10.09.2007

NOTES: la newsletter di settembre, disponibile da oggi, si apre con l'intervento di Enrico Bressan presidente di Fondaco che fa luce sul progetto e sugli obiettivi che la società di comunicazione veneziana intende realizzare per contribuire concretamente alla nuova immagine della città lagunare.



Desidero ringraziare tutte le persone che ci hanno manifestato l’apprezzamento per questa nuova iniziativa editoriale di Fondaco, parole che hanno il sapore di un forte incitamento e quindi ancor più gradite. Archiviata questa bella parentesi che ci gratifica e ci trasferisce ulteriore entusiasmo ed energia, rimane soltanto una cosa da fare: agire. Il rischio infatti è quello di impantanarsi nella giungla delle parole perdendo di vista i progetti e quindi i risultati concreti che desideriamo raggiungere.
Per noi Venezia non rappresenta soltanto un valore storico-artistico inestimabile o una bellezza unica. Per noi Venezia non è un museo o un territorio da difendere. Per noi Venezia è la città del futuro, una grande opportunità di vita, un ambiente nel quale esprimere le proprie capacità e dov’è possibile dare sfogo alla propria professionalità collegati in tempo reale con il Mondo, quel tempo reale che non è internet o i suoi derivati, ma la presenza del forte intreccio di culture presenti in città, un autentico tam tam per comunicare.

Venezia che è sempre stata un indiscusso punto di riferimento e che ha avuto la capacità di proporre spesso “il futuro” in quanto anticipatrice di stili e di mode, per noi, in una logica imprenditoriale, costituisce oggi un valore.
Di questo ne siamo convinti e l’esperienza ne è una conferma. Su questo tessuto nasce il nostro progetto che ha l’obiettivo di contribuire ad individuare nuovi meccanismi per avvicinare e stimolare la sensibilità dell’imprenditore e la sua “cultura del fare”.
C’è bisogno di un’immagine diversa, moderna, dinamica e positiva che trasmetta entusiasmo. C’è bisogno della partecipazione attiva del privato, delle persone che con il proprio ingegno e la capacità di guardare lontano hanno dimostrato di saper realizzare progetti importanti.

Restaura-azione, un concetto che trasmette con immediatezza il significato del valore e la dinamica del movimento. Lo abbiamo fatto nostro perchè riteniamo che esprima con assoluta semplicità e puntualità ciò che è necessario fare: restaurare per utilizzare ovvero valorizzare il patrimonio artistico a beneficio della collettività mettendo in moto iniziative in grado di enfatizzare ogni intervento. Laddove si è trovata una giusta coniugazione tra il restauro e l’attività aziendale, è stato possibile realizzare attività di comunicazione di alto profilo con un linguaggio innovativo, garanzia di qualità. Tre esempi su tutti: Bulgari con il restauro della Scala d’Oro, Hermés con il restauro dei Cavalli della Basilica di San Marco (con il concorso del Comitato Francese per la Salvaguardia di Venezia), Palazzetti con il restauro dei caminetti delle Sale Istituzionali di Palazzo Ducale. Aziende che hanno saputo cogliere la giusta dimensione dei contenuti realizzando a margine eventi molto suggestivi e di grande effetto per comunicare il loro impegno per Venezia. Ospiti entusiasti per aver avuto l’occasione di vivere atmosfere uniche; dipendenti felici per aver partecipato ad un qualcosa di irripetibile e che vedono crescere il loro sentimento di appartenenza all’azienda; giornalisti consapevoli di essere cronisti di un momento speciale; imprenditori orgogliosi di essere protagonisti di una firma che rimarrà nella storia della città. E’ questo ciò che puntualmente resta nel momento in cui portiamo a termine i nostri progetti, una grande soddisfazione. Una lettura della città che vogliamo proporre al mondo imprenditoriale affinché Venezia continui ad essere un simbolo vivo e vitale di una cultura che non conosce confini. Una proposta che si posiziona al di fuori degli schemi e delle regole della comunicazione moderna e che per questo ripaga. In termini di mercato, un’opportunità commerciale che non si limita al territorio urbano seppure interessante a livello di numeri per i circa venti milioni di turisti annui. Una chiave di accesso, un “passepartout” in ogni Paese perché Venezia è “l’isola che appartiene a tutti”. Ma è anche un modello di vita che non ha eguali, con le sue scomodità e difficoltà, con il suo ritmo e con il rapporto umano ancora al centro della quotidianità, che ne fanno ancora una città affascinante e a dimensione d’uomo, il sogno per milioni di persone. Un messaggio dai contenuti positivi per un giusto supporto all’immagine aziendale ed un motore per lo sviluppo commerciale. E’ su questo che Fondaco è impegnata, è su questo che Fondaco chiede agli Imprenditori ed alle Imprese di affrontare insieme un’esperienza nuova, vincente!

Enrico Bressan
Presidente
Fondaco comunicating with Venezia




Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268